venerdì 8 settembre 2017

Calabria, Gratteri sul "modello Riace" si avvale della facoltà di non rispondere. Azione Identitaria: "cosa ne pensano Oliverio e la sinistra radical chic?".

Interessante intervista è stata quella rilasciata dal dr.Gratteri, in occasione della manifestazione “Stelle del Sud 2017” tenutasi a Camigliatello lo scorso 31 agosto, nella quale il procuratore capo di Catanzaro ha parlato del fallimento dell’integrazione in tutta Europa collegandolo ai vari attentati sanguinari degli ultimi tempi, rimarcando altresì che sono avvenuti ad opera di figli o di nipoti di immigrati non europei.

Ancor più interessante ed emblematica la risposta del dr.Gratteri alla precisa domanda del giornalista che chiedeva se il “modello Riace” rappresenti la via giusta all’integrazione.
L’affermazione di Gratteri è stata tanto laconica quanto esplicita:
 “Mi avvalgo della facoltà di non rispondere!”.

Il fatto che ad esprimersi in questi termini sia stato un magistrato che da anni lotta contro il fenomeno mafioso non puo’ che riscontrare la nostra approvazione poiché sono cose che affermiamo da tempo, sia quando parliamo di una integrazione tra europei e popoli extraeuropei che nella pratica è impossibile e sia tutte le volte che abbiamo aspramente criticato il “modello Riace”, il sindaco Lucano  ed atri personaggi come il delegato all’accoglienza calabrese, Manoccio, e Corbelli, “leader dei diritti civili”.

Noi di Azione Identitaria, a questo proposito, in merito proprio alle dichiarazioni del dr. Gratteri saremmo curiosi di conoscere l’opinione dei politici e dei partiti e di quella sinistra radical chic che quotidianamente lodano il fenomeno Riace ergendosi a paladini della legalità e dell’umanitarismo (ipocrita), e ci riferiamo in primis al governatore della Calabria, Mario Oliverio, visto che, se a fare certe considerazioni siamo noi, ci tacciano di razzismo.
Che posizione assumeranno i “paladini della giustizia a slogan” ora che un magistrato seriamente impegnato alla lotta contro la mafia si è espresso in netta antitesi rispetto alle loro visioni?
Gradiremmo veramente ricevere una risposta.

AZIONE IDENTITARIA CALABRIA
Ufficio stampa

azioneidentitariacalabria@gmail.com