martedì 7 agosto 2018

Vicenda stadio "Granillo" a Reggio Calabria. Geymet (Azione Identitaria): "Sindaco e Giunta inadeguati in tutto"


Non ho alcuna difficoltà ad asserire che la città di Reggio Calabria stia vivendo uno dei periodi più bui e difficili, a livello amministrativo degli ultimi trent’anni,
Con una Giunta comunale che puntualmente si dimostra totalmente incapace di risolvere situazioni e problemi che le si presentano e che necessiterebbero della massima attenzione e la più solerte soluzione, la città di Reggio sta scrivendo pagine umilianti di storia.
Basta guardare a tutti i disagi provocati da una emergenza rifiuti scoppiata sia per l’inciviltà di molti concittadini ma, soprattutto, per incapacità gestionale da parte di Palazzo San Giorgio, e alle altre problematiche che hanno investito la città negli ultimi mesi: dalle strade dissestate passando per la caduta degli alberi per le vie centrali, fino a quello dell’incuria urbana, in un degrado generale conclamato.
A tutte queste gravi carenze si è aggiunta anche l’impossibilità, per il comune di Reggio Calabria, di potersi far carico della gestione dello Stadio Oreste Granillo per i lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione, che sono sfociate nelle dichiarazioni dell’assessore allo sport, Latella, che ha scaricato la patata bollente giustificando l’omissione per mancanza di denaro nelle casse comunali.
Chiedo all’Assessore Latella come sia possibile che, in un Comune che è ripartito come ente di nuova istituzione, non si possano trovare fondi per far fronte ad ordinari lavori di rifacimento del manto erboso?
 La spiegazione fornita dallo stesso, la reputo oltre che insufficiente anche superficiale. 
Lo sport in generale, e la Reggina in particolare, in città ha sempre rappresentato una forma di riscatto sociale non indifferente e vedere oggi una istituzione politica negligente anche su questo fronte provoca molta rabbia tra gli sportivi ed i reggini in generale. Dal momento che l’inizio della stagione è alle porte invito il sindaco Falcomatà e l’assessore al ramo, Latella, ad aprire subito un tavolo di confronto con la Reggina, cosi come è stato annunciato.
 Le sue esternazione sul fatto di non accelerare i tempi sono sconnesse e fuori luogo: cosa si vuole aspettare ancora? 
Questo dello stadio Granillo rappresenta l’apice di una pessima amministrazione che fa acqua da tutte le parti, non più in grado neanche di gestire l’ordinario in città ed a tal proposito invito il sindaco Falcomatà a profonde riflessioni riguardo alle sue dimissioni da Palazzo San Giorgio, in quanto il suo ruolo e la sua condotta, e tutta la sua Giunta, si sono dimostrate del tutto inadeguate per la città di Reggio Calabria.

Antonello Geymet
AZIONE IDENTITARIA CALABRIA