venerdì 4 maggio 2018

Spazio cultura di Igor Colombo - CHIESA DEL CRISTO RISORTO: OMAGGIO ALLA MASSONERIA.


Tra le chiese di nuova costruzione nessuna viene più dedicata al sacrificio di Cristo sulla Croce e, pertanto, le ultime che sono consacrate al Santissimo Crocifisso risalgono a tempi remoti o comunque di sicuro prima del Concilio Vaticano II.
Molte chiese nate dall'alba del terzo millennio in avanti sono dedicate al Cristo risorto e questo è un altro segno che un cattolico dovrebbe saper cogliere.
La religione cattolica si fonda sulla Croce e sul sacrificio di Gesù che si immolò per prendere su di se i peccati del mondo, sulla sua Volontà di obbedire al Padre e di offrirci la redenzione.
La resurrezione non è altro che la conseguenza di un atto non della sua Volontà bensì dovuto alla sua natura divina. Tutti quelli che non credono alla divinità di Cristo si esaltano però per la figura del Cristo risorto, come mai?
La risposta a questo ce la da Alice Bailey, sacerdotessa del New Age e fondatrice nel 1921 del Lucifer Trust. accesa nemica dunque della Chiesa Cattolica, la quale delineò il piano di creazione della Nuova religione Universale con le parole "Cristo risorto" ed affermò che quella doveva essere il segno distintivo della nuova religione.
Per capire a menadito cosa intendono questi nemici della Chiesa con Cristo risorto è ben presto spiegato: Gesù è il Maestro, ma per loro il maestro massone diviene tale al 15° grado della massoneria, risorgendo cioè dalla condizione di uomo nel quale si manifesta la realtà definitiva dell'essere uomo, che in se stesso è simultaneamente Dio.
Il massone in pratica dal suo stato precedente risorge diventando maestro e Uomo-Dio, liberandosi pertanto da ogni autorità divina perchè lui stesso è diventato Dio. Non il Dio dunque che si è fatto uomo e che è morto in Croce e che risorge perchè è Dio, ma colui al quale  si manifesta Dio, in Gesù risorto, che per loro è solo il simbolo del maestro massone.
Con l'espressione Cristo risorto costoro non celebrano la divinità di Gesù, ma la massonica auto-divinizzazione dell'uomo, quello che viene chiamato il "Culto dell'Uomo", propedeutico nei loro rito al culto di Lucifero.
Uno dei compiti principali della massoneria è quella di cancellare il Sacrificio di Cristo sulla Croce, toglierlo dalla Messa cattolica che, dopo la restaurazione di Paolo VI che ne ha soppresso formule e preghiere, è divenuta solo una celebrazione dell'Ultima Cena senza contemplare più calvario e sacrificio di Gesù.


Igor Colombo